L’omofobo dentro di noi

Una coppia di ragazzi in spiaggia si bacia e viene aggredita da un omofobo. Quante volte vi siete fermat* prima di dare un bacio omosessuale in pubblico?

Sotto gli ultimi scampoli di sole, ecco che la Sardegna è ancora al centro dell’attenzione dei media, non per il covid questa volta, ma per un’aggressione omofoba avvenuta a Cagliari pochi giorni fa. Una giovane coppia di ragazzi in vacanza, ha osato baciarsi in spiaggia. Un uomo ha intimato ai due di interrompere immediatamente tali oscene pratiche omosessuali perché c’erano i suoi figli e non dovevano venir scioccati da simili perversioni. 

E non contento, per demarcare ulteriormente il valore della famiglia tradizionale, ha cercato di scagliarsi contro la coppia con l’asta dell’ombrellone, all’uopo divenuta vessillo di moralità. Ma non aveva studiato Sun Tzu il guerriero della famiglia tradizionale! Infatti il terreno dello scontro gli era ostile: erano in una spiaggia notoriamente arcobaleno, proprio di fronte allo storico chiosco cagliaritano lgbtq “Fico d’India”. Così altre persone presenti in spiaggia sono intervenute in aiuto dei due giovani e hanno rimandato il guerriero crociato a ricomporre l’ombrellone familiare. 

L’articolo completo su La politica del popolo:

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *