LA LESBICA LEONE

Ecco a voi il segno più competitivo dello zodiaco in carne ed ossa: il Leone! La lesbica leone è così competitiva, ma così competitiva, che se non c’è nessuna con cui competere lo fa con sé stessa. Vi ricordate il cartone Taz della Tazmania? Il diavoletto che corre talmente tanto nella sua nuvola di polvere che sembra che si avvolga su sé stesso? Ecco la lesbica Leone corre in quel modo per raggiungere il primo posto di qualunque cosa.

Segno di fuoco, come l’Ariete, siete entrambe accomunate dalla fretta. Ma a differenza delle arietine, voi siete delle gelosone! Ma sgombriamo subito il campo ad equivoci: la vostra gelosia è rivolta unicamente al primato. Siete Voi e soltanto Voi a dover essere l’Unica Donna, la Più Brava, la Più Intelligente, la Più di Più per la vostra donna e per tutto l’universo. Stare dietro a tutte le competizioni che ingaggiate è un lambiccamento troppo oneroso perfino per la lesbica cancro! E ho detto tutto!

Ansiose come non mai, per voi anche un semplice invito per un caffè richiede una preparazione psicologica tale che le vostre amiche cercano di darsi alla macchia. Contorsioniste mentali alla Jenny Schecter di The Lword, vi stupite sempre che gli altri non vi capiscano. Ma soprattutto vi arrabbiate: quanto vi arrabbiate leoncine? Dopo qualche ora vi passa, perché non siete rancorose, ma le vostre crisi di rabbia vanno ad intermittenza. Siete spontanee come quei cuccioloni enormi che combinano guai per casa, poi li guardi, con quella loro aria che sembra dirti “ma cosa ti aspetti da me, sono un cucciolo!”, e ti strappano un sorriso. 

Eh sì, perché nonostante tutti i millemila difetti che potreste avere, voi siete uno dei segni del Lelloroscopando che cucca di più! Leader nate, sapete essere sempre coinvolgenti, entusiasmanti e … incasinate! Siete sempre circondate da persone, amicizie, amori, flirt. Potreste ritirarvi perfino in un’isola deserta e riuscireste comunque a far amicizia con qualcuno, fossero pure i granchi che pescate! 

Il consiglio per il nuovo anno? Un bel corso di Mindfulness. Concentratevi e ricalibratevi perché con tutto questo correre disperdete un sacco di energie preziose. 

Il vostro libro? Ryunosoke Koike, Manuale di un monaco buddista per abbandonare la rabbia. 

La vostra canzone? Ma ovviamente la sigla di Taz, re della Tazmania di Cristina D’Avena

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *