LA LESBICA BILANCIA

“Specchio specchio delle mie brame, chi è la più bella del lellame?” Ma ovviamente tu, o bilancia, donna della bellezza per antonomasia. Al tuo cospetto tutto svanisce, il sole brilla solo per te, la luna ti bacia gioiosa e gli uccelli intonano canti con il loro cinguettio. 

Sei felice ora? Ovviamente sì! Perché tu, mia cara bilancia, celato – nemmeno troppo bene – fra il tuo equilibrio, hai un ego spropositato e adori essere adulata. Sei talmente sicura del tuo fascino che quando qualcuna ti rifiuta pensi che abbia paura lei. Profumiera all’ennesima potenza, che tu sia femminile o tomboy poco cambia, sarai sempre quella che cerca gli sguardi altrui e – immancabilmente – li trova. Ciò non significa che tu sia una traditrice, semplicemente ti sollazzi del piacere che susciti. Insomma una Bette di The L Word senza tresche con le falegnami di turno.

Cerebrale e raffinata; discutere con te è tempo perso. Saprai sempre ricondurre i fatti alla ragione e al 90% delle volte avrai pure ragione! Perché con il tuo equilibrio, la tua capacità di stare sempre al di sopra delle cose, riesci sempre a vedere ciò che le altre non colgono.

Se l’Ariete la si vede da lontano perché fa un casino tale che non puoi non vederla, tu invece, sei quella che si nota per la bellezza e l’eleganza, perfino da kilometri. Lontana e altera, ammali così, senza parola proferire. 

Tutto bellissimo, no? Certo, finché non ci si avvicina a te. Sei come i quadri puntinisti: favolosi visti a distanza, incomprensibili da vicino. 

Il consiglio per il prossimo anno? Usa lo specchio, non per ammirarti, ma per scavarti dentro, senza scappare appena qualcosa non ti piace.

Il tuo libro? Donne che corrono coi lupi di Clarissa Pinkola Estés

La tua canzone? Donna con te di Anna Oxa

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *