GIORDANA ANGI: ANATOMIA DI UN SUCCESSO

È la seconda classificata dell’ultima edizione di Amici, eppure è come se fosse arrivata prima a pari merito con il reale vincitore, Alberto Urso. Giordana Angi, classe 1994, italo francese, all’attivo collaborazioni importanti come quella con Tiziano Ferro (ha scritto ben 4 brani del suo ultimo cd, e lui le aveva prodotto già due anni fa il suo singolo Chiusa con te) o Nina Zilli (scrisse Senza appartenere, presentato a Sanremo 2018), è apparsa sulla scena musicale nazionale appena maggiorenne, a Sanremo giovani del 2012 con il brano Incognita poesia. Stile rock, tatuaggio della pace ben in vista, voce graffiata, leggera somiglianza fisica con Mia Martini (riconosciuta dalla stessa Loredana Berté), Giordana Angi è la prima cantante della scuola di Amici ad aver abbattuto il tabù dell’omosessualità. Lesbica, dichiarata, scrive canzoni sensuali e romantiche d’amore fra donne, che in un code witching fra italiano e francese, non risparmiano dettagli, come in Chiedo di non chiedere“je suis toute mouillée parce que je suis à toi, choui à toi bebé”, in italiano: “sono tutta bagnata perché sono tua, sono tua tesoro”. Metaforico, n’est ce pas?

Certamente, Giordana non è la prima cantautrice italiana che scriva testi rivolti a donne. Se in Io e Maria (1993) di Paola Turci si raccontava un desiderio che deve esplicitarsi al maschile per esistere, “Ma come sei bella Maria, se ti guardo con gli occhi di un uomo sento forte la gelosia. Ma come sei sexy Maria, ti guardo e ho gli occhi del mio uomo che è appena andato via“, Valeria Vaglio fu più diretta. Nel 2008, al Festival di Sanremo, in tarda serata, la cantautrice raccontò una amore saffico terminato in Ore ed ore,Dio fa che ritorni il sole che senza lei non so più stare e non mi basta ricordare e far l’amore ore ed ore“. Le similitudini tra la cantautrice barese e Giordana vanno ben oltre la tematica trattata. Entrambe hanno fatto outing con una semplicità e naturalezza invidiabile; entrambe hanno partecipato ad eventi a tematica lgbtq. Entrambe cantautrici, entrambe brave ed entrambe belle. Eppure, Valeria Vaglio non ha mai riscosso lo stesso successo di pubblico. Perché? Le ragioni sono da ricercare nella presenza di Giordana al talent show di Maria De Filippi? 

Eppure ci sono già stati nelle edizioni precedenti, concorrenti dichiaratamente omosessuali (Pamela Gueli, Marina Marchione, Luca Vismara), tra i quali anche la cantante Manola Moslehi (quinta edizione di Amici, ora conduttrice di Radio Italia), che pure aveva un discreto successo di pubblico. Ma Giordana Angi è indubbiamente quella che ha raggiunto il maggior successo sia di pubblico che critica. 

La cantautrice infatti ha vinto il Premio della critica di Amici, il Premio Meraviglioso Modugno 2019 e ben due dischi d’Oro con l’album Casa, pubblicato durante la permanenza nella scuola di Amici di Maria De Filippi. Nonostante il pubblico del talent sia tendenzialmente più proiettato verso i ragazzi (essendo composto prevalentemente da una parterre femminile), Giordana ha un grande seguito, e non solo lgbtq come si potrebbe credere. I suoi concerti, gli instore e tutti gli eventi ai quali viene invitata, sono seguitissimi, tanto da averle fatto girare l’Italia per tutta l’estate, da Nord a Sud e Isole. 

Come mai?

Credo che Giordana Angi sia un esempio di cantautrice amiciana sui generis. Nonostante i testi delle sue canzoni raccontino senza filtro la sua soggettività, lei è riservata, non utilizza i social con la frequenza usuale, non la si vede a feste ed eventi al di fuori del suo lavoro. Mantiene insomma, un’aurea di riservatezza composta attorno a sè. Pur non avendo alcun problema a dichiarare la sua sessualità, non ha mai lasciato trapelare alcuna informazione sull’identità delle sue frequentazioni. Pur avendo scritto una canzone su suo padre diretta e forte Quante volte ad aspettarti, “Quante volte ad aspettarti in quella casa vuota, ma sapevo immaginare solo la tua schiena che si allontanava senza dire niente“, Giordana, uscita dal talent, non ha più commentato le sue vicende familiari, anche quando comparivano articoli a riguardo. Schietta, fino ad apparire “stronza” (definizione sua, ma sorridendo annuisco) nella scuola di Amici, si pregia di passare le sue giornate tra il lavoro, la lettura e la scrittura. 

Giordana Angi è l’antitesi di tutto ciò a cui il pubblico di Amici è abituato. Di fronte a una generazione compulsivamente fruitrice di smartphone e social network, lei è quella che fa abbassare i telefonini a tutti i fans durante alcune sue tappe, perché si gustino il momento. Di fronte a una congerie di ex concorrenti che producono un volume di Instagram stories e selfie pari solo ai rifiuti di un’intera città; Giordana Angi dice ai suoi fans che preferisce incontrarli fisicamente agli instore e ai concerti e focalizzarsi su di sè nelle ore libere. 

Insolito, vero? Soprattutto considerando che ha cercato per ben 5 volte di entrare nel talent di Maria De Filippi, dimostrando una notevole pervicacia nel voler raggiungere il suo successo. Altri al suo posto avrebbero cercato una maggiore visibilità attraverso i social, gli eventi, anche le copertine di gossip. Altri, non lei.

Giordana nei suoi testi e nel suo comportamento mostra la consapevolezza di una cantautrice ben più adulta dei suoi 25 anni, una capacità di sintesi poetica e diretta, per citare solo uno: in Ti ho creduto racconta la storia di un’adolescente stuprata da un uomo di cui si fidava, abbandonando la sexy spudoratezza di altri suoi testi, e affronta il difficile tema con sensibile e diretta levità “E allora togli quella bocca che la barba mi fa male. E lasciami le gambe che da grande ci devo ballare“.

Forse, a dispetto dei suoi predecessori, Giordana è riuscita ad emergere in un momento storico in cui le tematiche lgbtq sono più sdoganate, forse riuscire a entrare nella scuola defilippiana avendo già una scrittura densa, ben strutturata, ha fatto la differenza. Forse no, del resto vanta anche una bella lista di haters sconosciuti sui social. Ma personalmente credo che Giordana Angi sia stata la vera rivelazione di Amici, ma sopratutto penso che abbia tutte le potenzialità per affrancarsi dall’etichetta “cantante di talent” e avere una carriera di successo.

L’11 ottobre uscirà il suo nuovo album, Voglio essere tua, interamente scritto da lei e di cui è già stato fatto il lancio del primo singolo Stringimi più forte, meno rock del solito, ma estremamente romantico e leggero. Sabato scorso, ad Amici Celebrities – in cui è presente in vece di coach – ha presentato un altro pezzo del nuovo album, Oltremare, un suggestivo duetto con il tenore Alberto Urso, “Vieni amore oltremare, dove il tempo non coincide con la fine. E se il mondo si spaventa per un bacio, io mi spavento del contrario, della guerra“.

I presupposti per un secondo successo ci sono tutti, non resta che aspettare per veder confermate le positive impressioni. Sicuramente, checché ne dicano i suoi detrattori, in Italia di Giordana Angi ce n’era bisogno e – personalmente – auspico che riesca ad assurgere all’empireo cielo dei grandi della musica italiana.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *