Ghosting su Wapa

Siamo giunte alla prima puntata de “L’angolo dei consigli di Svampilella”. Una nostra follower ci chiede consiglio su un classico episodio di ghosting in salsa wappesca. Che cosa suggerirà la nostra Svampilella?

La domanda del giorno

Conosciuta su Wapa, primo incontro dopo settimane intense di chat, sesso intenso. Dopo un giorno inizia ad apparire, chiedermi come sto e scomparire. Che fare?

La risposta di Svampilella

Ridete, ridete e ancora ridete. Perché la vita è già abbastanza pressante così senza che vi lambicchiate dietro le dinamiche altrui. Segue esempio di risposta alla Miss Houdini della situazione.

Caro telefonino amato, c’è una donzelletta che vien dalla paludosa wapa che ogni dì ci chiede come stiamo, ma la risposta lei non ascolta ché ad altri pensieri è rivolta. Così, mio caro telefonino, su cui le mie mani posano così sovente, ricordo a te come stai, caro compagno di sudate notti chattanti. Sto bene e tu? Come dici? Non capisci chi sia la donzelletta della paludosa wapa? Non te la ricordi? Era quella soave e gentile fanciulla di tanta innocenza vestita. Eh lo so, ha subito un cambiamento, le mie mani sono state lo strumento. Ahimè me misera! Il mio incantesimo da ammaliatrice si è rivolto contro la sua creatrice! Rispondi tu, mio caro fedele telefonino, ché le mie mani mi han tradita.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *