COSTA RICA: VIA LIBERA AI MATRIMONI ARCOBALENO

Il 26 Maggio anche il Costa Rica è diventato ufficialmente il Primo Paese del Centroamerica a legalizzare i matrimoni omosessuali. 

Dopo la sentenza della Corte Suprema del Costa Rica che nel 2018 stabilì “incostituzionale e discriminatorio” il divieto alle unioni omosessuali, adesso sarà possibile a tutti accedere a questo diritto fondamentale. “Insieme, sotto la stessa bandiera, costruiamo una nazione migliore” ha affermato entusiasta il presidente Carlos Alvarado che ha caldeggiato fortemente il cambiamento.

Le prime a convogliare a nozze sono state Daritza Araya e Alexandra Qu Castillo (in foto). Alla mezzanotte del 26 maggio hanno pronunciato i loro voti. Festeggiamenti limitati a causa dell’emergenza covid, ma la cerimonia è stata trasmessa in streaming dalla campagna Si Acepto“È un messaggio di un futuro migliore per migliaia di coppie e famiglie che riceveranno il riconoscimento legale che meritano” ha affermato la direttrice della campagna, Gia Miranda. 

Il Costa Rica ha compiuto un passo verso l’uguaglianza che risalta ancor di più considerando la cattolicità del Paese, inscritta fin nella sua Costituzione. Una lezione da cui l’Italia dovrebbe trarre esempio, considerando che in tutti questi anni di lotte per i diritti civili, il cattolicesimo è diventata la bandiera dietro cui nascondere la negazione dei diritti lgbtq.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.